BARI- Controversia fra Regione e Ferrotmviaria. Zullo: “era l’ultima cosa che serviva”

Ignazio Zullo

Dichiarazione del capogruppo Cor alla Regione Puglia, Ignazio Zullo, che torna sulle dichiarazioni che il presidente Michele Emiliano ha fatto martedì mattina a Bari, ad un convegno organizzato dai familiari delle vittime dell’incidente ferroviario dello scorso 12 luglio sulla tratta Andria-Corato.

INCIDENTE 3“Una querelle fra Regione Puglia e Ferrotranviaria su una delle tragedie ferroviarie più gravi che non la Puglia, ma l’Italia ha vissuto, era l’ultima cosa che avremmo voluto vedere e sentire. Il profondo senso di Giustizia ci induce a sperare che le famiglie delle vittime e dei feriti possano un giorno trovare le risposte che cercano sia dal punto di vista penale sia amministrativo.
Proprio per questo avremmo preferito che almeno in questa occasione il presidente Emiliano non vestisse – come gli piace spesso fare – nuovamente la toga di pubblico ministero con il rischio di poter, anche non volendo, influenzare il lavoro dei suoi ex colleghi.
Da sindaco sceriffo a presidente pm, infatti, il passo può anche essere breve, ma se si creano aspettative che potrebbero non trovare il riscontro dei fatti ai danni di chi ha già sofferto è oltrepassare il limite. Emiliano ha accusato direttamente Ferrotramviaria come se non sapesse che in tutta Italia sono le Regioni proprietarie dell’infrastruttura ferroviaria e come se non sapesse che le società titolari di contratto di servizio non possono effettuare nessun intervento sull’infrastruttura stessa che non sia la manutenzione, né decidere in proprio. E come se non sapesse che esiste un cronoprogramma di potenziamento di quella rete avviato nel 2008 proprio dalla Regione Puglia, peraltro inserito nel Piano di Trasporto Regionale. Il tutto senza considerare che il compito di accertare i fatti spetta alla Magistratura e non certo al presidente della Regione.
Il presidente Emiliano dovrebbe cercare di essere un po’ più cauto nelle dichiarazioni perché con questo modo di fare non rispetta né le vittime dell’incidente, né i lavoratori coinvolti, né il teritorio. Accusando e criticando a più riprese le aziende e l’imprenditoria locale, non fa altro che deprezzarle e depauperare le professionalità di cui la Puglia dispone. Una Puglia di cui, non dovrebbe dimenticarlo mai, lui è presidente”.

Lascia un commento