Taranto tra “le città più sicure” fra le provincie d’Italia

ippazio stefano
Ippaziio Stefano

a cura di Magda Lacasella

Taranto tra “le città più sicure”, lo prova un  recente report stilato dal giornale economico il “Sole24 Ore” sulla base delle statistiche provinciali e regionali sull’attività delittuosa nel 2015, fornite dal Ministero dell’Interno-Dipartimento della Pubblica Sicurezza- la città di Taranto conquista il  24° posto su un totale di 106 province nel nostro Paese.

Il Sindaco Stefàno apprende con soddisfazione gli esiti delle indagini statistiche e commenta: «La collocazione nelle graduatoria è di tutto rispetto, in considerazione della pesante crisi socio-economica che da diverso tempo attanaglia il nostro territorio ed alla quale, come è noto, quasi naturalmente si associa una recrudescenza di fatti delittuosi. Ed è per questo che il risultato assume un significato di particolare importanza che va senz’altro letto nell’ottica della efficacia dell’azione di controllo e di prevenzione che viene messo in atto dalle Forze dell’Ordine, sapientemente coordinate dal Prefetto e dalla Magistratura. Il dato statistico formale deve essere letto nella valenza di presa di coscienza sulla portata dell’impegno quotidiano degli uomini e delle donne di tutte le forze di Polizia che operano sul territorio, protesi a far percepire alla comunità tarantina quel sentire comune del senso di sicurezza e dell’ordine pubblico quale concreto e tangibile segnale che le istituzioni ci sono e funzionano». In questo contesto di indagini statistiche e graduatorie, di resoconti e valutazioni, la recentissima lettera  inviata dal Ministro dell’Interno, Angelino Alfano, al Sindaco conferma il dato della sicurezza del territorio e suona in coerenza con il report del giornale economico-finanziario. In poche ma significative righe, il vertice del Dicastero risponde al Sindaco Stefàno, che lo scorso 9 giugno gli aveva rappresentato l’esigenza di un potenziamento della dotazione organica delle Forze di Polizia operanti nella provincia di Taranto alla luce “dell’emersione di nuova frangia criminale che ha puntato alle campagne dell’entroterra della nostra provincia colpendo i tendoni sotto lo spettro  del racket a danno degli agricoltori nonché le attività connesse all’hotspot per l’accoglienza e l’identificazione degli immigrati”.

Il Ministro Alfano, ha accolto l’istanza del Sindaco; ha confermato la sua attenzione per il territorio ed ha specificato che nel 2015 sono state già assegnate 15 unità e 9 unità nel corso del corrente anno nell’ambito della movimentazione di personale di ruolo Agenti ed Assistenti della Polizia di Stato.

« E’ ancora più rilevante– commenta il Sindaco- l’impegno del Ministro di assegnare già dal mese di novembre, altri 8 agenti alla Questura di Taranto. La lettura congiunta della classifica e della risposta del Ministro, che attesta l’attenzione alle istanze della comunità,  di cui mi sono fatto portavoce, sono l’esito dell’azione concreta, sinergica e collaborativa, che coinvolge, ad ogni livello, le istituzioni, dai vertici del Dicastero alle Forze di Polizia, ed ha la forza di imprimere nuova fiducia nei cittadini e di rafforzare il senso della sicurezza e del controllo del territorio. A questo quadro di importanti risultati si aggiunge anche la recentissima brillante operazione condotta dall’Arma dei Carabinieri, coordinata dall’azione della Magistratura, che ha sgominato un’organizzazione criminale dedita allo spaccio di droga.»

 

 

Lascia un commento