Gli archivi di Stato di Bari, Barletta e Trani presentano il programma promosso dal Ministero dei Beni e Attività Culturali e del turismo, DOMENICA DI CARTA

n-3-locandina-9-ottobre-2016L’Archivio di Stato di Bari e le Sezioni di Archivio di Stato di Barletta e di Trani in occasione del progetto nazionale  Domenica di carta, promosso dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, apriranno al pubblico i rispettivi Istituti e presenteranno le seguenti iniziative:
All’Archivio di Stato di Bari si terrà la Rassegna documentaria, I tesori d’archiviocioè  l’illustrazione ai visitatori di alcuni tra i più significativi documenti conservati nell’Istituto, e  la Mostra documentaria e iconografica, Il culto nicolaiano a Bari crocevia spirituale tra i popoli, dedicata alla figura del Santo quale potente catalizzatore di fede e devozione. Tra le testimonianze più antiche, un frammento pergamenaceo di codice liturgico – musicale del XVI secolo. Numerose fotografie d’epoca rievocano i momenti più significativi dei festeggiamenti dedicati a S. Nicola con l’arrivo a Bari di pellegrini e forestieri. Opere d’arte e manifesti murali arricchiscono e danno colore alla mostra. L’apertura straordinaria sarà per domenica 9 ottobre 2016, ore 9.30 -13.30.
La mostra rimarrà aperta fino al 16 dicembre 2016, dal lunedì al venerdì, ore 8.30 – 17.30.

Per la sezione di Archivio di Stato di Barletta, si terrà la Mostra documentaria, I Toponimi e la Storia. Alla luce dei documenti d’archivio, attraverso uno studio minuzioso dei toponimi della città di Barletta, nell’arco temporale di un secolo (1809-1909), si ripercorre un tratto di storia locale lungo il quale emergono avvenimenti e personaggi di rilevante valore sociale ed economico. Apertura straordinaria, domenica 9 ottobre 2016, ore 9.30 – 13.30.barlettadomenica-di-carta-2016-definitivo

La Sezione di Archivio di Stato di Trani, presenerà  la Mostra documentaria, Religiosità tra sacro e profano. Il tema della religiosità è affrontato attraverso manifestazioni ritenute miracolose. Documenti notarili testimoniano il valore attribuito al sacrificio di Cristo attraverso l’adorazione di frammenti della Croce e della Corona di spine posta sul capo di Cristo ma, ancor più, la sua effettiva presenza nell’Ostia consacrata. Le fonti documentarie descrivono gli eventi, riportando alla luce fatti storicamente tramandati. Apertura straordinaria per domenica 9 ottobre 2016, ore 9.30 – 13.30.
La mostra rimarrà aperta fino al 30 novembre 2016, dal lunedì al venerdì, ore 8.30 – 13.30.
Illustrazione di documenti inediti, piante topografiche e pergamene, conservati nell’Istituto.

In tutti e tre gli Istituti avranno luogo visite guidate alle sedi ed ai Laboratori di Fotoriproduzione, Legatoria e Restauro, con illustrazione dei servizi offerti ai cittadini. L’ingresso sarà libero.

Lascia un commento