BARI: Protocollo d’intesa per la prevenzione della criminalità negli uffici postali

Sottoscritto nella Prefettura di Bari il protocollo d’intesa per la prevenzione della criminalità negli uffici postaliprefettura-poste, protocollo d'intesa

E stato sottoscritto nella Prefettura di Bari, ieri, dai Prefetti della regione e dal Responsabile Nazionale di tutela aziendale di Poste Italiane spa, dott. Vanes Montanari, il rinnovo per l’ulteriore biennio 2016-2018 del protocollo d’intesa per la prevenzione della criminalità negli uffici postali nella regione Puglia.

La finalità del protocollo è quella di proseguire ed accrescere la proficua collaborazione già in atto tra le Prefetture UTG, le Forze dell’ordine. la Polizia postale e delle comunicazioni e le strutture territoriali di Poste Italiane Spa, per garantire l’operatività in condizioni di sicurezza dei dipendenti e della clientela di Poste Italiane Spa.

Tra gli obblighi previsti, il protocollo individua le misure minime di sicurezza che tutti gli Uffici postali dovranno adottare in relazione alla rischiosità rilevata e stabilisce che gli impianti ATM dovranno essere dotati di almeno un sistema di sicurezza tra quelli espressamente indicati.

Presso la Prefettura è costituito un Osservatorio sull’attuazione del protocollo con il compito di effettuare, con cadenza trimestrale, il monitoraggio sull’andamento della dilettuosità (rapine e furti) che interessa gli Uffici postali e sulla efficienza ed efficacia delle misure di sicurezza in esso contemplate.

L’atto pattizio ha una durata di ventiquattro mesi di cui dodici mesi saranno considerati di sperimentazione e valutazione, al termine dei quali sarà possibile apportare eventuali modifiche, in relazione alle esigenze manifestatesi.

 

Lascia un commento