Fiera del Levante, ultimo giorno: ladri in azione all’interno del Padiglione delle Nazioni

fiera del levante-padiglione nuovo

di Romolo Ricapito

Aldo Fabrizi insegue Totò nel famoso film "Guardie e ladri".
Aldo Fabrizi insegue Totò nel famoso film “Guardie e ladri”.

Fiera del Levante di Bari, ultimo giorno, poco prima della chiusura.

All’interno della Galleria delle Nazioni, lo stand più visitato, a un certo punto ho visto della gente correre.
Erano tre giovani: ho pensato a un gioco di ragazzi.
Ma ho capito da subito che trattavasi di un furto con destrezza: un uomo li inseguiva deciso, molto abile nel correre e rincorrere e alla fine il ladro, o i ladri sono stati catturati e consegnati ai sorveglianti.
Me  l’ha detto una visitatrice di passaggio.
Più del furto in sé, mi ha colpito la reazione, a metà tra il composto e il divertito, degli stranieri, i venditori del padiglione fieristico adibito all’esposizione di souvenir e ogni tipo di merce da asporto caratteristica dei vari paesi di origine: monili, tappeti, abiti tradizionali  etc…
Un uomo indonesiano sorrideva, mentre una donna di colore commentava, a voce alta: “siamo a Bari”.
Ho interrogato la straniera dello stand che stavo visitando sui giorni precedenti, ovvero se ci fossero stati altri furti.
Ingresso monumentale,fiera del levante
Ingresso monumentale,fiera del levante

La donna ha risposto gentilmente di non averli visti e che l’inseguimento dei ladri era un fatto estemporaneo.

Dopo i furti durante l’estate presso la spiaggia  di Pane e Pomodoro, che hanno alleggerito  gli stranieri di passaggio e in visita a Bari di denaro, apparecchiature fotografiche e quant’altro, bisognerebbe recuperare il senso civico e fronteggiare simili storture, che danneggiano l’immagine della nostra città.
Gli stranieri, in visita o stanziali, non dovrebbero più commentare rassegnati “questa è Bari”.

Lascia un commento