Fiera del Levante: Renzi “cicchetta” Emiliano sul turismo…E se avesse ragione?

Renzi ed Emiliano sottoscrivono il Patto per la Puglia

 

di Clelia Conte

di Leopoldo Cisonno

Intervento in Fiera di Michele Emiliano
Intervento in Fiera di Michele Emiliano

E bene si, noi pugliesi “ce la cantiamo e ce la suoniamo”. All’iugurazione dell’ottantesima Fiera del Levante di tutto si è parlato tranne che di una strategia fierisica che possa accompagnare parte di una ripresa economica della città di Bari.

Michele Emiliano ha detto con aria compiaciuta, che “nel 2015 la Puglia è stata la regione più ricercata su Trends, Trivago, Tripadvisor, Google Summer, e Booking.com. Poi  Ha affermato che nel 2016, secondo SWG la Puglia è stata la destinazione turistica “più ambita dagli italiani” e che quindi i pugliesi potranno attrarre il turismo anche nelle altre stagioni, otre l’estate e creare, a una vera e propria industria turistica arrivando ai primi posti al mondo. Il premier Matteo Renzi, ha sostenuto che per la Puglia si possa e si debba fare di più di ciò che si è fatto perché non si può pensare di basare una economia solo sul turismo, Per pensare ad esso i politici hanno fatto crollare le aziende che erano fiorite in Puglia. A tal proposito ha affermando che: “Un Sud deindustrializzato soltanto per offrire una bella vacanza o una bottiglia di vino è rischioso”.

Michele Emiliano voleva dimostrare a Renzi che la Regione Puglia aveva incentivato bene il turismo ma il presidente del Consiglio gli ha comprovato che hanno sbagliato sia lui e che Nichi Vendola negli anni precedenti o “non hanno saputo fare meglio”. Renzi, che è stato sindaco di Firenze e ha condotto un territorio fortemente turistico, ha spiegato come fare per incentivare e destagionalizzare il turismo. In seguito ha mostrato una cartina dell’Italia con i dati dei flussi turistici del 2014 e affermando che è sempre il Nord ad attrarre maggiormente i turisti stranieri. Un seguito cita: “Non solo il Pil del Sud riparte troppo piano, ma anche quello del Paese. Confrontando i numeri di prima, che sono numeri di un’ecatombe, dal 2008 al 2014 Pil del Sud è crollato del 9%, quello del Centro-Nord dell’1.4%. Venivamo da una situazione devastante”.. “Abbiamo redatto il Piano strategico del Turismo che abbiamo chiamato Puglia 365. E lo abbiamo fatto – ha continuato il governatore della Puglia – coordinandoci con il Piano Nazionale del Ministro Franceschini che lo ha definito il modello cui dovranno ispirarsi le altre regioni italiane. Abbiamo messo a punto un vero e proprio business

Matteo Renzi intervento fiera del levante 2016
Matteo Renzi: intervento Fiera del Levante 2016

plan che ci aiuterà a portare avanti una politica del  turismo in Puglia da qui fino al 2025“. Emiliano prima aveva chiarito che “destagionalizzare significa potere avere anche buona occupazione, stabile e non part-time o stagionale per i nostri giovani. Anche perché se c’è un settore dove si può davvero lavorare per far crescere l’economia e creare posti di lavoro in Puglia, quel settore è il turismo”. Il Presidente della Regione ha inoltre  detto di aver incontrato il fondatore di Alibaba, una piattaforma di e-commerce, e di averlo convinto a mettere in vendita on line il vino italiano. Poi, entro un giorno dal lancio dell’iniziativa, sono state vendute ben centomila bottiglie in più di un marchio italiano. Ciò vuol dire che anche albergatori e ristoratori devono proporsi con mezzi adeguati alla sfida del mercato globale.

A tal proposito invece, Renzi ha parlato di un bonus per gli albergatori che sarà inserito nella prossima legge di stabilità: “diremo a chi ha un albergo che avrà diritto ad una sorta di super sconto, chiamatelo bonus o come volete. A chi interviene spendendo sull’azienda noi saremo in grado di dare sconto fiscale”.

Emiliano ha annunciato che “con Pugliapromozione partirà a settembre la campagna di comunicazione per l’autunno/inverno che mira a esaltare la bellezza di Taranto, a partire dalla Spartan Race il 29 Ottobre ed a stimolare il mercato attraverso il Buy Puglia con gli operatori e i tour operator del mondo: ospite d’onore sarà la Basilicata, con Matera 2019. “Stiamo già lavorando con loro e per loro”,ha detto, “perché noi siamo il Sud che produce e fa rete”.

Questa giornata inaugurale, è stata uno spunto per sfoggiare le cose buone fatte dai politici ma ci aspettavamo che si trattasse di più l’argomento Fiera Internazionale del Levante,come una tradizione economicamente a favore dei cittadini baresi e pugliesi.

Guardiamo il lato negativo: il commercio è in crisi, la Puglia è in crisi, il lavoro è in crisi. Non tutti campano col breve turismo estivo! Aiutiamo profughi e migranti e noi, che stiamo precipitando (e paghiamo tasse su tasse), ed molti che solo per dignità non chiedono l’elemosina per strada chi ci pensa? E il reddito di dignità?… Qui ci vuole il lavoro di dignità, l’economia di dignità! Che fine hanno fatto quegli italiani, quei pugliesi che si inventavano il lavoro? Non si può aprire un’attività per i troppi pagamenti e spese! Basta prenderci in giro. Avevamo le strade pulite ed ora piene di prostitute sguaiate, giorno e notte che denotano degrado assoluto. C’è povertà in tutti i campi e con l’inserimento degli immigrati ne vediamo di più.  Le professioni oramai inproduttive, concorrenziali e inutili. Siamo diventati “ladri di galline” che ci facciamo la guerra per avere un lavoro di pochi miseri euro. Ho intervistato in grosso imprenditore barese che, al contrario di ciò che si dice in politica per non scoraggiare il popolo, mi ha confermato che la crisi c’è e che sll’orizzonte non si vede nulla! Non esiste ripresa economica ed i numeri non servono.

Grazie comunque ai nostri politici per l’impegno profuso, ma tutto ciò non basta: signori politici, voi state bene, ma aiutate a star meglio il vostro popolo… TUTTO!  E la Fiera deve funzionare, perchè Bari è una città che da secoli basa la sua economia sugli scambi ed il commercio. Ha detto bene Renzi che prima di dire che siamo bravi, bisogna guardarsi intorno ed osservare chi fa meglio di noi,

 

Lascia un commento