Dichiarazione di Mennea sulla Protezione Civile alla Notte della Taranta

Notte_della_Taranta
Ruggiero Mennea
Ruggiero Mennea

Il consigliere regionale Pd e presidente del comitato permanente di Protezione civile della Puglia, Ruggiero Mennea, ieri a Palazzo Marchesale di Melpignano per la presentazione della 19esima edizione della Notte della Taranta, ha dichiarato che “La nostra presenza alla Notte della Taranta è legata ad un progetto ampio che vuole spingere il sistema di Protezione civile ad occuparsi non solo dell’attività ordinaria, ma anche abbracciare un nuovo concetto di tutela della società e della salute che consenta di prevenire e ridurre, attraverso la diffusione di corrette informazioni e giuste tecniche di intervento, il numero delle morti evitabili”. Nell’ambito della manifestazione ormai nota a livello internazionale quest’anno la Regione Puglia e Protezione Civile, con l’iniziativa “Palco cardioprotetto”, immediatamente accolta dalla Fondazione Notte della Taranta, hanno scelto di predisporre un servizio di cardioprotezione di tutti i palchi del tour, grazie a “cardio-operatori” (istruttori ed operatori specializzati nelle manovre salvavita e all’uso dei defibrillatori) dotati di defibrillatori semiautomatici di alta qualità. L’iniziativa regionale si inquadra nel progetto “Gesti di vita”, campagna di sensibilizzazione per la lotta alla morte improvvisa da arresto cardiaco. Mennea, intervenuto alla presentazione con l’assessore regionale, Loredana Capone, ha dichiarato che-“Il progetto ‘palco cardioprotetto’ , ha un duplice significato: tutelare la salute degli artisti che si esibiscono sui nostri palchi pugliesi ed utilizzare la popolarità degli stessi per diffondere un messaggio di cultura della prevenzione. La mission intrinseca della Protezioni Civile è salvare vite, non piangerle!”.
Per assicurare la copertura di tutte le serate di spettacolo preziosa è stata la collaborazione della sezione leccese della Croce Rossa Italiana e della Società Nazionale Salvamento.

Lascia un commento