Cristina D’Avena terza in hit parade dopo Alvaro Soler e Zucchero: il perché di un successo che continua da decenni

di Romolo Ricapito

o-CRISTINA-DAVENA-facebook
Stupisce gli osservatori di classifiche e musica il terzo posto ex novo del nuovo cd di Cristina D’Avena, un compendio dei suoi più grandi successi legati alle sigle dei cartoni animati più amati.

La D’Avena segue il re dei tormentoni estivi Alvaro Soler e Zucchero, ma precede molti altri colleghi più pubblicizzati e in voga.
Il segreto di questa brava cantante, che ha superato  50, anche se conserva un’aria eternamente adolescenziale, è di essersi legata indissolubilmente al vissuto di coetanei, o di persone più giovani, sui 40, che da piccoli seguivano in tv i loro eroi di cartone come i Puffi, Licia, Giorgie, Mila e Shiro, Memole.
Sono gli ex bambini gli acquirenti dei suoi nuovi dischi che, con la scusa di farli ascoltare alla prole, rivivono di riflesso la loro infanzia.
Non a caso la D’Avena è stata “imposta” all’ultimo Festival di Sanremo tra gli ospiti con una petizione on line.
Il suo successo dunque è autenticamente popolare e si lega all’immaginazione, alla fantasia e al “come eravamo”.
Suggestioni potentissime che hanno portato questa interprete alle vette dell’hit parade e del gradimento, ma lontana artisticamente  dalle colleghe, vecchie e  nuove, dalle carriere certe volte altalenanti e fagocitanti.
Lei, Cristina, ha trovato la formula dell’eterna giovinezza…musicale: far parte dei sogni dei bambini di una volta, che tra poco saranno addirittura nonni!

Lascia un commento