POLIGNANO- EXPERIMENTA 2016 alla XVIII edizione con suoni, immagini e intelletto

experimenta-2016
10583846_508475332631782_2225903932859883413_nIl festival Experimenta torna a Polignano nei giorni 4, 5 e 7 agosto con la sua XVIII edizione, un mix di suoni e immagini provenienti da stili e generi differenti. Come consuetudine della direzione artistica – Experimenta è una costola estiva del festival barese Time Zones – questi percorsi hanno in comune un impegno di ricerca sonora e impatto spettacolare, perfetto per la splendida cornice delle notti estive polignanesi. Dal jazz al funk, dalla musica tradizionale del Quebec al nuovo hip-hop, Experimenta diventa maggiorenne e rinnova la sua attitudine all’innovazione e alla buona musica.
 
Si parte giovedì 4 agosto con Les Tireux d’Roche, ambasciatori nel mondo di quel mix di suoni e culture che è la musica del Quebec, la Regione francofona del Canada. Nei loro suoni c’è di tutto, dalla musette francese agli echi dei nativi della Regione dei Laghi. Un set “sfrenato” e tutto da ballare, che farà da intro al jazz acido ed esplosivo del trio di Sean Noonan, il poliedrico batterista newyorchese che presenta un repertorio capace di spaziare da Frank Zappa al tribalismo.

Si chiama “Beyond The Prophets” la notte hip-hop di venerdì 5 agosto, un evento che riesce a sorpassare quella generazione di rapper che per molti anni è stata capace di interpretare e rappresentare il persistente disagio e la rivolta della black generation, un modello espressivo ormai fagocitato dall’industria e quasi del tutto spuntato nel suo impatto sociale. Aby Wolf e Dessa sono infatti due raffinatissime intellettuali che scrivono canzoni come anche saggi letterari, utilizzando l’hip-hop  come linguaggio per comunicare impegno sociale, denuncia, poesia pura e letteratura. Più omogeneo rispetto alla tradizione di questo genere, alla serata parteciperà anche Murs, proveniente da Los Angeles e ancora molto duro nel gridare il malcontento e il disagio dei neri in USA, una realtà ancora troppo emarginata nonostante la parentesi Obama.

La chiusura di domenica 7 agosto sarà dedicata al funk e al soul dei Camera Soul, la band barese che è riuscita con dischi e live grintosi a imporsi anche nelle radio inglesi e in importanti festival come Umbria Jazz. Il tutto grazie ad una formazione creata da appassionati del soul, che nel loro live riescono a rinnovare il miracolo di questo genere intramontabile e dal cuore pulsante.
 La chiusura elettronica intrecciata alla techno di ultima generazione sarà infine affidata a Da Frikkyo, producer di origine modenese ma ormai nomade come la sua musica, che ha superato i confini italiani per sbracare in India e Russia.
————————————————
PROGRAMMA

4 Agosto
Ore 21,00
Les Tireux D’roche
(Quebec, Canada)
Unconventional Traditional Music
Ore 22,00
Sean Noonan
(New York, Usa)
“Un Bosco Tranquillo Dove  All’improvviso Si Abbatte Un Temporale”
5 Agosto
New Rap Made In Usa: “Beyond The Prophets”
Ore 21,00 – Aby Wolf (Midwest)
Ore 22,00 – Dessa (Chicago)
Ore 23,00 – Murs (Los Angeles)
7 Agosto
Ore 21,30
Camera Soul
(Italia)
Funk, Just Funk
Ore 22,30
Da Frikkyo
(Italia)
“Subliminal Wawe”

————————————————

 

Lascia un commento