FABRIZIO CORONA: AL MAURIZIO COSTANZO SHOW E’ ANDATA IN ONDA LA SUA SANTIFICAZIONE- di Romolo Ricapito

FABRIZIO CORONA, ONE MAN SHOW DA COSTANZO
di Romolo Ricapito
Fabrizio Corona
Fabrizio Corona

Della puntata speciale del Maurizio Costanzo Show mi ha colpito la santificazione del personaggio Fabrizio Corona, con l’ausilio di un Maurizio Costanzo acritico.

Il conduttore invitava  il fotografo a recitare un monito per i giovani, affinché stessero lontani dalle droghe. Corona lo faceva, ma forse in maniera un po’ forzata: tanto che l’ospite veniva invitato a ripetere il sermone, a uso e consumo della tv di facciata.

Il tutto su ispirazione di una domanda fatta  dalla giornalista Antonella Boralevi.

Il sermone di Corona aveva un difetto. L’aver detto che dopo aver provato una droga qualsiasi, occorreva smettere. La Boralevi giustamente obiettava che le droghe non andrebbero provate per nulla e stop. Costanzo accusava la Boralevi di volere atteggiarsi a santa.

La stessa Boralevi, dopo il primo “sermone” che l’aveva parzialmente convinta, applaudiva Fabrizio Corona come se si fosse trattato di Papa Francesco. Enrica Bonaccorti, al suo fianco, sorrideva e annuiva.

Mi è parso tutto falso, di cattivo gusto e inutile al fine della stessa riabilitazione pubblica di Fabrizio Corona.

Trovo infine che Maurizio Costanzo come conduttore e come giornalista abbia perso molto del suo smalto e della sua obiettività, ricorrendo ad artifici da circo Barnum per rilanciare la sua trasmissione.

Lascia un commento