Bari : segnaletica turistica AroundBari- low

a cura di Magda Lacasella

SEGNALETICA TURISTICA: COMPLETATO IL PROGETTO DI SPONSORIZZAZIONE DEL ROTARY CLUB BARI
PRESENTATE LE 32 PALINE E IL PORTALE WEB AROUND BARI
MASELLI: “IL PRIMO PASSO PER COSTRUIRE L’IDENTITÀ TURISTICA DI BARI”

È stato completato, a cura del Rotary Club Bari e degli altri 4 Club Metropolitani (Bari Ovest, Bari Sud, Bari Castello e Bari mediterraneo) con il supporto del Distretto Rotary 2120, il posizionamento delle 32 paline turistiche informative presso i punti di interesse individuati nella città vecchia d’intesa con l’amministrazione comunale.
Il Rotary, infatti, ha risposto all’avviso di sponsorizzazione pubblicato qualche mese fa dal Comune di Bari per la “realizzazione e il posizionamento di segnaletica turistica descrittiva dei principali beni culturali della città di Bari e la realizzazione di una interfaccia web dedicata”, investendo 25 mila euro nella realizzazione del progetto oltre ad una cifra analoga non calcolata messa in campo dai soci dei Club cha hanno partecipato con la loro professionalità a titolo gratuito.
Le paline, realizzate in ghisa, sono collegate tramite QR code per smartphone al portale web www.around.bari.it che mette a disposizione di turisti e cittadini ulteriori informazioni e note storiche su ciascun monumento censito in cinque lingue: italiano, inglese, francese, russo e spagnolo.
Si tratta del primo tassello di una strategia complessiva tesa a collegare tra loro le principali bellezze artistiche e architettoniche cittadine all’interno di una rete più ampia di percorsi culturali e artistici, con l’obiettivo non solo di informare i turisti ma anche di rendere più consapevoli i cittadini, che spesso non conoscono la storia e l’importanza del patrimonio di Bari.
“Desidero ringraziare tutti i soci del Rotary Club Bari che hanno approvato la decisione di investire sulla nostra città – commenta il sindaco Antonio Decaro -. Come più volte abbiamo detto, sono tante le cose che l’amministrazione comunale non riesce a fare da sola, nonostante tutto l’impegno: per questo abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti quelli che amano la nostra città come la amiamo noi. Perciò, l’iniziativa del Rotary è ancora più importante, perché il club della città ha scelto di condividere con noi un percorso che parte dal far conoscere, innanzitutto ai baresi, ciò che hanno sotto gli occhi, con la speranza che ne comprendiamo il valore e l’importanza per poi farlo conoscere ai tanti turisti che ogni giorno camminano per le nostre strade. Da oggi saranno un patrimonio della nostra città anche le paline installate dal Rotary, che diffondono la conoscenza della nostra storia, il bene più prezioso che una comunità possa custodire e tramandare. Mi auguro che a questo primo investimento del Rotary ne possano seguire altri di diverse associazioni e realtà del territorio che avranno voglia di condividere un percorso con l’amministrazione per il bene della città”.
“La valorizzazione del territorio, il coinvolgimento delle giovani professionalità e quindi la promozione dell’economia locale, sono le finalità del progetto Bar.easy (acronimo per: Best affordable round.easy) – dichiara Paolo Ditonno, presidente del Rotary Club Bari – in armonia con le priorità del Rotary International. In funzione di una corrispondenza di intenti con l’amministrazione comunale finalizzata a incrementare la fruibilità del patrimonio artistico e architettonico, sulla base del progetto Bar.easy, è stato sviluppato uno strumento, denominato Around Bari su cui abbiamo scelto di investire. È un sistema intelligente e dinamico per facilitare la conoscenza dei principali monumenti della città vecchia da parte di turisti italiani e stranieri, ma anche per rendere gradevole e immediato il contatto dei baresi con un patrimonio storico e artistico spesso sconosciuto anche a loro”.
“Siamo molto soddisfatti di questo risultato – commenta l’assessore alle Culture Silvio Maselli – che ci dimostra come il partenariato pubblico-privato possa rappresentare uno strumento strategico per la crescita e lo sviluppo del nostro territorio. Dal punto di vista estetico le nuove paline rappresentano il modello che d’ora in poi dovrà essere replicato per tutta la segnaletica turistica che man mano andremo a realizzare in città. Per poterlo fare ci auguriamo di trovare nuovi partner capaci, come il Rotary, di condividere la visione di una città attrattiva e capace di richiamare turisti e investimenti. Prima d’ora, Bari non aveva mai offerto uno strumento di informazione e promozione turistica così coerente e completo, con contenuti disponibili integralmente in cinque lingue, che sarà via via implementato con nuovi punti di interesse e nuove schede informative. Bari è una città che ha tutte le potenzialità per crescere dal punto di turistico al pari degli altri luoghi della Puglia e del Mezzogiorno. In questi mesi vogliamo lavorare alla costruzione di un’identità sfaccettata ma definita che ci aiuti a rendere riconoscibile la nostra città tra le altre. Quest’anno ci aspettiamo quasi 500.000 turisti – crocieristi che avranno il loro primo impatto con Bari attraverso la città vecchia e il suo grandissimo patrimonio storico e artistico che noi abbiamo voluto rendere più accessibile anche attraverso questo intervento”.
Il portale www.around.bari.it è un sito con un layout accattivante per una consultazione semplice e intuitiva. Per ciascuno dei punti di interesse censiti – distinti in Chiese, Monumenti, Palazzi, Vie e piazze – si apre una scheda che, nella sua versione completa, contiene: descrizione del bene, informazioni storiche, cenni artistici e architettonici, curiosità della cultura popolare e informazioni utili a raggiungere il bene stesso.
Di seguito i punti di interesse segnalati dalle nuove paline, che accanto al logo del Comune di Bari recano quello del Rotary e degli altri sponsor che hanno affiancato i club Rotary Metropolitani: Banca Popolare di Bari, Tecnoacciai srl, Casa Editrice Adda, Politecnico di Bari.

Chiese
• Basilica di San Nicola
• Cattedrale di Santa Maria Assunta (San Sabino)
• Chiesa arciconfraternita SS. Trinità e SS. Medici
• Chiesa del Gesù
• Chiesa della Vallisa
• Chiesa di San Giacomo
• Chiesa di San Giovanni Crisostomo
• Chiesa di San Gregorio Armeno
• Chiesa e Monastero di Santa Chiara
• Chiesa di Santa Maria Del Buonconsiglio
• Chiesa di Santa Teresa dei Maschi

Palazzi
• Casa natale di Niccolò Piccinni
• Biblioteca provinciale De Gemmis
• Sala Murat – ex Mercato del Pesce
• Museo archeologico
• Museo nicolaiano
• Museo diocesano
• Palazzo Calò Carducci
• Palazzo Sagges
• Palazzo Simi
• Palazzo Tanzi
• Palazzo del Sedile

Monumenti
• Area archeologica San Pietro
• Castello normanno-svevo e giardini Isabella D’Aragona
• Colonna infame
• Fortino Sant’Antonio Abate
• Molo San Nicola
• Molo Sant’Antonio

Vie e piazze
• Piazza del Ferrarese
• Piazza Mercantile
• Strada Palazzo di Città
• Via Venezia

Lascia un commento