Mediateca Regionale Pugliese- presa in consegna della tesi di laurea di Vito Schirone

di Bella d’estate

foto di Francesco Guida

13055341_10205971883311941_3085207502625497466_n

Giovedì 21 Aprile alle ore 17.30 presso la Mediateca Regionale Pugliese è stata ufficializzata la presa in consegna della tesi di laurea del dott.  Vito.Schirone in Scienze della Comunicazione pubblica,d’impresa e pubblicità, dal titolo “Mediateca di Puglia: le collezioni e le attività espositive”, alla presenza dello stesso Schirone,da anni impegnato nel settore della comunicazione,organizzatore di eventi e produzioni,il dott. Aldo Patruno,direttore del dipartimento di cultura e turismo,del dott. Alfonso Marrese e della dott.ssa Claudia Attimonelli (ForPsiCom,Università Aldo Moro di Bari ). Ha moderato l’attrice e regista Paola Martelli.

13010888_10205971882591923_4073157123393782267_nQuesta tesi sarà accessibile a tutti gli utenti sia in forma cartacea sia online.
La tesi ha lo scopo di ricostruire la storia della Mediateca,concentrandosi particolarmente sui manifesti cinematografici.
“Nel primo capitolo..” afferma Vito Schirone, “è stato opportuno soffermarsi sul significato di mediateca,termine che risale agli anni settanta del Novecento,neologismo che nasce sulla falsariga della parola biblioteca”. “Il compito della mediateca è,appunto,far sì che i cittadini gravitino intorno alla cultura.”
“Il secondo capitolo chiarisce al lettore di quali parti si compone un manifesto cinematografico…infine..” conclude Schirone, “nell’ ultimo viene stilato un resoconto delle più importanti esposizioni di Manifesti cinematografici”.
Interviene anche il dott. Alfonso Marrese il quale afferma che in Puglia la Regione istituisce la futura Mediateca 13055485_10205971887352042_7225296333173757088_nRegionale Pugliese che,all’epoca della fondazione avvenuta nel 1984,si chiamava “Centro di documentazione audiovisiva ” nata con lo scopo di promuovere lo sviluppo e la diffusione delle attività cinematografiche e audiovisive,grazie all’ impegno dell’ equipe e di numerosi stagisti. Il culmine però, afferma Marrese  arriva nel 1988 quando Felice Laudadio,trasferisce da Rimini a Bari,l”Europa Cinema ” festival che fu in grado di ospitare numerosi registi,attori ed intellettuali.
La presentazione si chiude con un intervento musicale dell’ artista Dario Skèpisi.

Lascia un commento