Bari : on line il bando per l’ assegnazione in locazione degli alloggi di ERP

a cura di Magda Lacasella
BANDO RISERVATO A NUCLEI FAMILIARI SOTTOPOSTI A PROCEDURE ESECUTIVE DI RILASCIO PER FINITA LOCAZIONE
E A NUCLEI FAMILIARI IN SITUAZIONE DI MOROSITÀ INCOLPEVOLE
da oggi 12 aprile 2016 sul sito del Comune si puo’ trovare il bando per l’assegnazione in locazione semplice degli alloggi di edilizia residenziale pubblica riservato a nuclei familiari sottoposti a procedure esecutive di rilascio per finita locazione e a nuclei familiari in situazione di morosità incolpevole.
Il Comune ha infatti in corso di costruzione 78 alloggi, tramite l’Arca Puglia Centrale, da destinare specificamente e prioritariamente a nuclei familiari sottoposti a procedure esecutive di rilascio per finita locazione per i quali si verificano tutte le seguenti condizioni (art. 1, comma 1, della L. 9/2007):
• pendenza di un procedimento di intimazione sfratto per finita locazione;
• reddito annuo lordo complessivo familiare inferiore ad € 27.000;
• presenza, nel nucleo familiare, di persone ultrasessantacinquenni, malati terminali, portatori di handicap con invalidità superiore al 66 per cento o figli fiscalmente a carico.
Sarà una commissione incaricata, da nominarsi dopo la scadenza del termine ultimo di presentazione delle domande (12 maggio 2016), a formulare una graduatoria provvisoria dei partecipanti con il relativo punteggio spettante secondo i criteri previsti dal bando di concorso, in primis ai nuclei familiari sfrattati e poi ai nuclei familiari in situazione di morosità incolpevole.
Qualora, infatti, esaurito l’elenco dei nuclei familiari sfrattati per finita locazione, risultino disponibili alloggi, gli stessi saranno assegnati ai nuclei familiari in situazione di morosità incolpevole, ossia una situazione di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canone locativo a ragione della perdita o consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare dovuta ad una delle seguenti cause intervenuta prima della notifica di citazione della convalida di sfratto:
a) perdita del lavoro per licenziamento, escluso quello per giusta causa;
b) accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell’orario di lavoro;
c) cassa integrazione ordinaria o straordinaria o in deroga che limiti notevolmente la capacità reddituale;
d) mancato rinnovo di contratti a termine o di lavoro atipici;
e) cessazione di attività libero-professionali o di imprese registrate alla C.C.I.A.A., derivanti da cause di forza maggiore o da perdita di avviamento in misura consistente;
f) malattia grave (ai sensi del decreto Ministero Sanità n. 329/1999 e ss.mm.ii.), infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato o la consistente riduzione del reddito complessivo del nucleo medesimo o la necessità dell’impiego di parte notevole del reddito per fronteggiare rilevanti spese mediche e assistenziali.
Esaurito eventualmente anche l’elenco dei nuclei familiari in situazione di morosità incolpevole, risultino disponibili alloggi, gli stessi saranno assegnati ai concorrenti del Bando di Concorso Regionale di edilizia sovvenzionata in vigore.

L’assegnazione degli alloggi disponibili sarà effettuata in base all’ordine stabilito dalla graduatoria definitiva. Prima dell’assegnazione degli alloggi il Comune di Bari verificherà la permanenza dei requisiti previsti.
Gli assegnatari sceglieranno gli alloggi nell’ordine di precedenza indicato dalla graduatoria definitiva secondo quanto stabilito dall’art. 3 in funzione dello standard abitativo di cui all’art. 10 della L. R. Puglia n. 10/2014.
L’alloggio dovrà essere occupato stabilmente dall’assegnatario entro trenta giorni dalla data di consegna, pena la decadenza.
Sarà l’ente gestore a provvedere alla contestuale stipula del contratto di locazione e al calcolo del canone di locazione secondo quanto previsto dalla L. R. Puglia n. 10/2014.

Requisiti di partecipazione
Possono partecipare al presente bando coloro che, compiuto il 18° anno di età, siano in possesso dei seguenti requisiti:
a) cittadinanza italiana o di uno Stato appartenente all’Unione Europea oppure di altro Stato non appartenente all’Unione Europea purché munito di regolare titolo di soggiorno;
b) residenza anagrafica nel Comune di Bari da almeno un anno dalla data di pubblicazione del presente bando;
c) non titolarità di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione su alloggio adeguato alle esigenze del proprio nucleo familiare ubicato in qualsiasi località; La convivenza è attestata dalla certificazione anagrafica che dimostra la sussistenza di tale stato di fatto;
d) non avere ottenuto l’assegnazione immediata o futura in proprietà, o con patto di futura vendita, di un alloggio costruito a totale carico o con il concorso o contributo o con il finanziamento agevolato – concessi in qualunque forma – dello Stato, delle Regioni o di altro Ente Pubblico, sempreché l’alloggio non sia inutilizzabile o perito senza dar luogo al risarcimento del danno;
e) non essere già assegnatari di alloggi di edilizia residenziale pubblica o non essere rinunciatari e/o decaduti dalla assegnazione o non aver ceduto in tutto od in parte, fuori dei casi previsti dalla legge, l’alloggio eventualmente assegnato precedentemente in locazione semplice;
f) non aver occupato o non occupare, senza titolo, un alloggio di ERP ovvero un immobile di proprietà del Comune di Bari;
g) fruire nell’anno 2014 di un reddito annuo lordo complessivo, riferito all’intero nucleo familiare, non superiore ad € 27.000,00 rilevabile da certificazione in corso di validità rilasciata ai sensi della normativa vigente. Oltre all’imponibile fiscale vanno computati tutti gli emolumenti, esclusi quelli non continuativi, quali pensioni e sussidi a qualsiasi titolo percepiti nonché tutte le indennità, comprese quelle esentasse, fatta eccezione per l’indennità di accompagnamento;
h) destinatario di un provvedimento esecutivo di rilascio di immobile adibito ad uso abitativo emesso entro il 31/12/2015. Tale provvedimento non deve essere intimato per immoralità ovvero inadempienza contrattuale. Non rientra nell’inadempienza contrattuale la morosità incolpevole legata a documentati significativi mutamenti delle condizioni economiche del nucleo familiare (ossia una situazione di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canone locativo a ragione della perdita o consistente riduzione del reddito complessivo, riferito all’intero nucleo familiare, pari o superiore al 50% rispetto al reddito complessivo dell’anno precedente l’evento causativo della riduzione, dovuta ad una delle predette cause, intervenuta prima della notifica di citazione della convalida di sfratto);
i) siano o abbiano nel proprio nucleo familiare persone ultrasessantacinquenni o malati terminali o portatori di handicap con invalidità superiore al 66 per cento o figli fiscalmente a carico;
l) non aver trovato, dopo l’esecuzione del provvedimento di rilascio, una sistemazione definitiva attraverso la stipula, da parte del partecipante o altro componente il nucleo familiare, di un nuovo contratto di locazione per un alloggio adeguato ai sensi dell’art. 10 L.R. Puglia n. 10/2014. Di contro, possono partecipare al bando di concorso i soggetti aventi i requisiti soprariportati, ma nei cui confronti il provvedimento di rilascio di immobile adibito ad uso abitativo sia stato già eseguito e abbiano trovato soluzioni abitative provvisorie e/o precarie a totale o parziale carico del Comune di Bari.
Tutti i requisiti sopra indicati devono essere posseduti da parte del partecipante e, limitatamente alle lettere c), d), e) ed f), anche da parte di tutti i componenti il nucleo familiare al momento della presentazione della domanda nonché al momento dell’assegnazione e devono permanere in costanza del rapporto di locazione.

Modalità e termini di presentazione della domanda
La domanda di partecipazione deve essere compilata unicamente secondo i moduli allegati al bando in pubblicazione e disponibili anche presso gli uffici:
– della ripartizione Patrimonio del Comune di Bari – Piazza del Ferrarese n. 28 – Bari;
– dell’URP del Comune di Bari – via Roberto da Bari n. 1
– le sedi dei Sindacati degli inquilini.
La domanda deve essere presentata secondo le modalità indicate nel bando entro e non oltre il 12 maggio 2016 con le seguenti modalità:
– mediante posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo patrimonio.comunebari@pec.rupar.puglia.it
– consegna diretta all’ufficio protocollo della Ripartizione Patrimonio del Comune di Bari – Piazza del Ferrarese n. 28 – nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12
– mediante raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata alla Ripartizione Patrimonio del Comune di Bari – Piazza del Ferrarese n. 28 – 70122 – Bari

Coloro i quali vogliano ricevere aiuto per la compilazione delle domande potranno recarsi allo sportello attivo presso l’assessorato al Patrimonio – settore Agenzia della casa (piazza del Ferrarese 28) il martedì dalle ore 15.00 alle 17.30 e il giovedì dalle ore 9.00 alle 12.00.

Lascia un commento