BARI: Teatro Margherita. Conferenza Stampa (2 aprile 2016) Inaugurale del Bif&st – di Romolo Ricapito

Conferenza stampa Bifest al Margherita
di Romolo Ricapito
Foto di Francesco Guida
  12963615_10205848955878832_2240054385233959415_n

Si è trattato di una conferenza stampa di servizio, ovvero riassuntiva e introduttiva di quanto già esposto in precedenza in altri incontri con oggetto il   Bifest 2016  , con la differenza, stavolta,  dell’ingresso aperto a tutti .

Felice Laudadio
Felice Laudadio

Il direttore Felice Laudadio ha parlato di una rassegna in crescita, nonostante il decremento di contributi, che ha determinato la rinuncia ad alcune anteprime internazionali.

Sulla conferenza stampa da poco tenuta a Roma, Laudadio ha accennato a una diretta su streaming, dunque essa è stata fruibile dagli appassionati.
Ettore Scola avrebbe dovuto inaugurare con la proiezione del film “Un Mondo Nuovo” da lui diretto nel 1982 il tributo a Marcello Mastroianni.
Tale proiezione sarà trasformata invece  in un doveroso e sentito omaggio postumo a tale regista.
E’ stato annunciato  altresì da Laudadio un disguido imprevisto, per cui il governatore Michele Emiliano è stato bloccato a Foggia: egli sarà presente però alla conferenza stampa di bilancio, quella che concluderà l’attuale Bifest.
Sono stati poi presentati una serie di ospiti facenti parte il parterre  di molti attori che hanno lavorato con Ettore Scola, come Francesca
D’Aloja, Anita Zagaria
, Daniela Poggi, Andrea Occhipinti, Massimo Wertmuller.
Francesca DAloia e Antonella Attili a sn
Francesca DAloia e Antonella Attili a sn

Senza nulla togliere agli altri, è apparsa davvero ammirevole la Poggi, grazie alla forma invidiabile e di una bellezza in grado di sfidare le ultime ventenni del concorso di Miss Italia.

Daniela Poggi, nel cast del film di E. Scola “La Cena“, del 1998, ha esibito un twin set composto da giacchetta grigia  portata aperta,   gonna sempre grigia, su maglia rossa e scarpe décolléte color bordò lucide.
Ma Laudadio ha ricordato un lungo elenco che sarebbe impossibile riprodurre per intero, per ragioni di spazio; esso  include  50 attori invitati al Bifest in onore dello scomparso Presidente, Ettore Scola. Qualche nome: Alessio Boni (presente a Bari anche come interprete al teatro Abeliano con “I Duellanti”, molto omaggiato dal pubblico in sala) , Giorgio Colangeli,  Claudia Gerini, Eleonora Giorgi, Eva Grimaldi,  Luca Marinelli, Ornella Muti  Kasia Smutniak, etc .
C’è stato anche un riferimento ad importanti sponsor come Motoria Mercedes Benz, Mario Mossa Gioielli.
Ricordato il premio Fellini assegnato al regista  Paolo Virzì, quello a Toni Servillo, il premio Alberto Sordi a Massimiliano Gallo.
Dunque Stefano Accorsi presente col nuovo film “Veloce come il Vento” e Sonia Bergamasco premiata con “l’Alida Valli” per Quo vado? di Checco Zalone (in controtendenza: il film di Zalone è stato evitato nelle nomination al  David di Donatello).
12923346_10205848952518748_3691873076239578920_nE’ sorto poi un giallo: l’improvvisa defezione di un nome rilevante- di livello mondiale- che avrebbe dovuto presentare un nuovo film “a sorpresa”. Il mistero su tale nome è rimasto, in quanto Laudadio non ha voluto svelarne l’identità, assicurando però che questa straordinaria eccellenza sarà presente l’anno prossimo.
Tra le anteprime di quest’anno,rimanendo in tema,  quella del nuovo film che vede protagonisti  Will Smith e Alec Baldwin, Concussion (Zona d’Ombra), quindi altre pellicole con Daniel Radcliffe, il già citato Accorsi, Jeremy Irons, Sophie Marceau nell’inedito ruolo di carcerata.
Citata anche l’anteprima mondiale al teatro Petruzzelli del film interpretato da Kevin Costner , Gary Oldman e Tommy Lee Jones dal titolo Criminal .
Rispondendo alla domanda di una persona del pubblico, Laudadio ha chiarito che non è possibile invitare nomi del calibro di Costner, o degli  altri interpreti di Criminal: tali attori viaggiano da Los Angeles con un largo seguito composto da segretari e maestranze e il loro compenso per una sola ospitata sforerebbe quello dell’intero budget previsto per il Bifest.
  Budget ammontante quest’anno a 1.000.100 euro.
Laudadio poi ha espresso il suo compiacimento per l’appoggio di testate importanti come il Corriere della Sera e Repubblica che hanno dedicato al Bifest un supplemento di 100 pagine (col Corriere del Mezzogiorno) o un intero album di 32 pagine (Repubblica).
Trattasi di un grandissimo riconoscimento al lavoro svolto dal Bari International Film Festival per  Bari, la Puglia e la nostra nazione.
 8622_10205848944318543_685612810017772990_n                                                           Mostra al Margherita su Marcello Mastroianni

Lascia un commento