Bari: L’associazione culturale “Mamma Africa”per la Giornata Mondiale contro l’AIDS

ufficio stampa a cura di Fabia Tonazzi

 

C_17_notizie_2336_paragrafi_paragrafo_0_immagineIl primo dicembre a Bari, alle ore 17.00 presso il Centro Polifunzionale Uniba  – ex palazzo delle Poste – l’Associazione culturale “Mama Africa”, in collaborazione con l’ Associazione Cama Lila, commemora la Giornata Mondiale contro l’AIDS. Ingresso libero.

Il primo dicembre rappresenta la Giornata Mondiale in cui si ricorda l’Aids, è un’opportunità per tutti i paesi e tutti gli individui per raccogliere fondi, incrementare la consapevolezza, combattere i pregiudizi, migliorare l’informazione e l’istruzione, concentrando l’attenzione sulla diffusione a livello mondiale dell’AIDS.

Durante l’evento sono previsti gli interventi di: Maria Chironna, Prof.ssa di Igiene e Medicina Preventiva Università degli Studi di Bari, Epidemiologia AIDS, Lina Calluso, Presidente Ass.ne Cama Lila, Costi sociali dell’AIDS, Associazione Mama Africa, per un’azione di sensibilizzazione e informazione nella lotta all’AIDS, in conclusione Francesca Bottalico, Assessore al Welfare del Comune di Bari.

Nel pomeriggio è prevista la premiazione della squadra vincitrice in seguito all’iniziativa sportiva tenutasi alle ore 9.00 del primo dicembre presso  l’ Istituto di Cagno Abbrescia (Bari)

 

Quest’anno gli istituti coinvolti oltre all’Associazione Asd Mama Africa nel torneo di calcio a sette sono:

– Istituto Euclide;

– Istituto Romanazzi;

– Istituto Calamandrei;

– Comunità Esedra;

– Comunità un senso;

– L’anatroccolo onlus.

 

 

Tra le iniziative promosse durante l’evento ricordiamo gli interventi di Francesca Bottalico, Assessore al Welfare del Comune di Bari che presenta il Programma Essere Comunità – reti solidali per l’inclusione, Fausta Scardigno, Delegata del Rettore per l’integrazione degli studenti stranieri – Università degli Studi di Bari che presenta il Programma STRA-Uniba, Student Resouces Advantage e Daniele Morciano, che spiegherà e rappresenterà il progetto Speak My Language.

 

L’evento si chiude alle ore 18.00  con lo spettacolo di danza e teatro a cura delle Associazioni

Mama Africa e Unika (Accademia dello spettacolo) “RED”

Una bambina, una madre, una nonna, un lupo e un cacciatore.  Cappuccetto rosso, forse la più celebre fra le fiabe. Si racconta Del diventare grandi in un mondo di adulti  nel quale  il “diverso”, è una minaccia. In un mondo di cacciatori che non capiscono e pensano di poter decidere per te, Cappuccetto Rosso non perde il filo e trova la sua strada, nonostante tutto: è svelta, attenta, coraggiosa.

 

 

 

Lascia un commento