PREMIAZIONE START CUP PUGLIA 2015 IN FIERA DEL LEVANTE: I VINCITORI

a cura di Magda Lacasella

 

 

 

 

 

start cup 2015

L’ottava edizione della competizione regionale, organizzata da ARTI su
incarico della Regione Puglia, ha designato i
vincitori.
“La partecipazione consapevole dei cittadini è un conforto importante
per il lavoro dell’Amministrazione. Per questo, Start Cup deve
proseguire questo percorso ormai da anni tracciato: è l’unica strada
possibile per contribuire a una lunga vita felice”. Con queste parole
Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia, ha concluso la
cerimonia di premiazione dei vincitori della Start Cup Puglia 2015, che
si è tenuta questo pomeriggio nel padiglione 152 della Regione Puglia,
nella cornice della 79^ edizione della Fiera del Levante.
Questi i vincitori. Piezoskin è il vincitore assoluto di Start Cup
Puglia 2015; la Commissione di Valutazione ha proclamato questa idea
imprenditoriale innovativa vincitrice della categoria Industrial,
riconoscendole un premio in denaro del valore di 10mila euro, sia un
ulteriore premio di 5mila euro, quale idea vincitrice assoluta della
competizione. Piezoskin è un dispositivo, dalla forma di un tappeto
flessibile di micro foglioline piezoelettriche, che produce energia
elettrica sfruttando sia la forza di correnti d’aria di ambienti finora
mai sfruttati (pareti di abitazioni civili, tetti, cavedi, condotti
d’aria, lampioni, giardini, tunnel, metropolitane) sia dei fluidi.

Vincitore della categoria ICT è, invece, Fritrak, una piattaforma web
per il trasporto merci che propone di ottimizzare le risorse(non
viaggiare mai vuoti), favorendo la richiesta di trasporto (domanda) con
l’offerta (viaggi programmati dei trasportatori, tratte periodiche).

Per la categoria Agrifood-Cleantech due vincitori ex aequo: New Gluten
World, la cui proposta imprenditoriale consiste nello sviluppo e
introduzione sul mercato di prodotti (pane, pasta e prodotti da forno) a
base di farina detossificata (ottenuta, cioè, mediante un metodo
fisico-chimico di detossificazione delle proteine del glutine dalla
granella dei cereali), identici sul piano sensoriale, nutrizionale ed
economico a quelli che il soggetto celiaco assumeva prima dello sviluppo
della malattia, ma non più immunogenici e immunotossici. E ProBioVegan,
il progetto che ha per obiettivo la ricerca e lo sviluppo di nuovi
alimenti probiotici vegani (latti vegetali fermentati e arricchiti di
microrganismi probiotici e prodotti latte-derivati di origine vegetale),
che non prevedono l’utilizzo di materie prime di origine animale.

Sempre a ProBioVegan la commissione ha assegnato anche la menzione
speciale quale miglior progetto di Pari opportunità, novità assoluta di
questa edizione della Start Cup e finalizzato a premiare
l’imprenditorialità femminile. Infine, l’ulteriore menzione speciale
Social Innovation è stata attribuita al progetto Sartorie 3D: una
“fabbrica diffusa”, che intende sviluppare serie limitate di
abbigliamento uomo/donna lavorando sul “su misura”; il tutto tramite
l’utilizzo di scanner 3D, modellazione CAD per rilevare la silhouette,
taglio laser e stampa 3D per lavorare su texture, finiture e materiali
inediti o bio.

“La Start Cup non è un premio. È un investimento sulla capacità dei
giovani di generare valore aggiunto e sulla capacità delle imprese di
cogliere il futuro. Proprio in quest’ottica, l’ARTI e la Regione Puglia
negli ultimi mesi hanno lanciato un’ulteriore iniziativa sperimentale,
che permette di facilitare l’accesso al mercato delle innovazioni più
promettenti, valutate in base al piano di attività, alla presenza di
accordi di sfruttamento del brevetto, all’impatto atteso e al budget”.

Con queste parole Eva Milella, presidente dell’ARTI, ha aperto la
cerimonia di premiazione dell’ottava edizione della Start Cup Puglia, la
competizione regionale che premia la creatività innovativa, talentuosa e
commercializzabile della giovane (e non solo) intellighenzia pugliese,
alle prese con le sfide di un futuro che si profila premiante
soprattutto per chi sa (r)innovare e fare sistema. Questo il commento di
Loredana Capone, assessore regionale allo Sviluppo Economico e
Innovazione: “Start Cup è uno dei tanti strumenti che meglio esprime la
strategia di rafforzamento dello sviluppo economico, che la Regione
Puglia intende mettere in campo per rispondere ai requisiti di
innovazione richiesti dall’Unione Europea. Il tutto favorendo
potenziamento, implementazione e sviluppo delle nuove tecnologie, il cui
impatto si riverbera inevitabilmente su tutti i settori, dall’agrofood
all’ICT, dall’aerospazio alla meccanica”.

I piani d’impresa iscritti alla competizione sono stati valutati e
selezionati dalla Commissione di Gara, presieduta dagli imprenditori
Vito Pertosa, amministratore di MERMEC Group e composta da Cosimo
Palmisano (ECCE Customer), Sergio Fontana (Farmalabor) e Pietro Vito
Chirulli (Finindustria), chiamata a valutare il potenziale commerciale
delle proposte pervenute e stilare una short list degli 11 progetti
finalisti.

A questi ultimi, poi, è spettato illustrare la propria idea
imprenditoriale innovativa nel corso di una breve pitch, al termine del
quale la commissione ha designato i quattro progetti vincitori,
ciascuno, di un premio in denaro del valore di 10mila euro. I quattro
vincitori rappresenteranno la Puglia al PNI – Premio Nazionale per
l’Innovazione, l’annuale “coppa dei campioni” dei progetti d’impresa
risultati vincitori delle start cup regionali, in programma il 3 e 4
dicembre prossimi a Cosenza.

Organizzata per l’ottavo anno dall’ARTI su incarico dell’Assessorato
allo Sviluppo Economico – Area Politiche per lo Sviluppo Economico, il
Lavoro, l’Innovazione della Regione Puglia, la Start Cup Puglia conferma
il proprio ruolo di riferimento per quanti desiderano cimentarsi in
iniziative imprenditoriali innovative. Dal 2008 al 2015, hanno
partecipato alla competizione 392 piani di impresa innovativa. Alle 25
sessioni di addestramento, realizzate nelle edizioni dal 2011 al 2015
hanno partecipato 189 team imprenditoriali; 71 team imprenditoriali
hanno usufruito di attività di tutoraggio.

Lascia un commento