Papa Francesco: Il Giubileo 2016 per la Misericordia

di Cosimo Imbimbo

l Giubileo straordinario del 2016 è stato indetto da Papa Francesco il 13 marzo 2015 ed avrà inizio l’8 dicembre 2015 per concludersi il 20 novembre 2016. Il papa ha annunciato che il giubileo, ricorrente nel cinquantesimo della fine del Concilio Vaticano II, sarà dedicato alla Misericordia. “Ho deciso di indire un Giubileo straordinario che abbia al suo centro la misericordia di Dio”. A due anni esatti dalla sua elezione, Papa Francesco annuncia così la sua svolta: un Anno Santo della Misericordia, un Giubileo straordinario che inizierà l’8 dicembre di quest’anno per terminare il 20 novembre del 2016. Misericordia, misericordia e ancora misericordia. Un tema su cui Bergoglio ha insistito fin dal primo giorno del suo pontificato. “La misericordia cambia il mondo”, diceva Francesco durante il suo primo Angelus. E ancora, in ordine sparso: “la misericordia è la giustizia di Dio”, “è una carezza sulle ferite dei nostri peccati”, “solo chi è stato accarezzato dalla tenerezza della misericordia, conosce veramente il Signore”. Bergoglio ha, dunque, proclamato il Giubileo, dedicato proprio alla misericordia, nel corso del rito penitenziale svoltosi nella basilica di San Pietro. L’annuncio era contenuto, con embargo, nella documentazione fornita nel primo pomeriggio dalla sala stampa vaticana.Per due anni il Papa ha preparato il terreno a questo Giubileo. Con parole, gesti e trovate originali come quella della “Misericordina”, il kit di “medicina spirituale”: “Non dimenticatevi di prenderla – esordì – perché fa bene, fa bene al cuore, all’anima e a tutta la vita. Prevedibilmente, il Giubileo straordinario farà aumentare in modo esponenziale il numero dei fedeli che da tutto il mondo giungeranno in Vaticano nel corso dell’Anno Santo. Il sindaco di Roma, Ignazio Marino: “Siamo pronti”. Mentre il presidente del Consiglio Matteo Renzi saluta “l’annuncio del Giubileo” come “una buona notizia che il governo italiano accoglie con i migliori auspici. L’Italia, che quest’anno ospita l’Expo, saprà fare la sua parte anche in questa occasione”. Gli fa eco il ministro dei Beni Culturali e del Turismo, Dario Franceschini: “L’Italia saprà accogliere al meglio I fedeli che si recheranno a Roma per l’Anno Santo. Il ministero è pronto, sin da subito, a collaborare per la migliore riuscita di questo Giubileo che sarà per milioni di persone di tutto il mondo un’occasione per un percorso di fede e insieme per uno straordinario viaggio in Italia”.E così tre Associazioni di Consumatori, Codici, la Casa del consumatore ed Assoutenti hanno annunciato il lancio di una rete di sportelli dedicati al pellegrino/turista con tanto di numero verde, di prossima attivazione, per segnalare prezzi gonfiati per settori come quelli della ristorazione e dell’alberghiero. Questo anche al fine di evitare che pochi furbi, a danno dei molti, vadano ad oscurare l’immagine di Roma. Il Segretario Nazionale di Codici, Ivano Giacomelli, ha già annunciato al riguardo di voler incontrare presto il Sindaco di Roma Ignazio Marino al fine di ‘mettere a disposizione della città questo nostro servizio’. Indetto da Papa Francesco in data 13 marzo 2015, il Giubileo straordinario partirà l’8 dicembre del 2015, giorno dell’Immacolata Concezione, per poi concludersi il 20 novembre del 2016, di domenica. Oltre alle pedonalizzazioni e ai percorsi sicuri per le biciclette (compresa la via Francigena), l’altro grande servizio che, se realizzato in tempo, potrebbe portare un contributo decisivo per gestire in modo sostenibile il grande incremento di flussi previsto, è il bikesharing. E’ già previsto nel PGTU, sono state poste le condizioni finanziarie per la sua realizzazione con la riforma del PRIP, riteniamo strategico che la sua realizzazione, prevista entro il prossimo anno, venga anticipata. Con la rete prevista di 300/350 stazioni. Sarebbe un grande segnale di efficienza e attenzione per tutta la città. Formalmente il Giubileo è un periodo di conversione nel quale la Chiesa concede l’indulgenza, ovvero la “pulizia” dai peccati finora commessi, in cambio di alcune concessioni e pratiche religiose. Gli Anni Santi ordinari celebrati nella storia della Chiesa fino ad oggi sono stati 26, l’ultimo Giubileo fu quello indicato da Papa Giovanni Paolo II nel 2000. Così dichiara Papa Francesco “Cari fratelli e sorelle, ho pensato spesso a come la Chiesa possa rendere più evidente la sua missione di essere testimone della misericordia. È un cammino che inizia con una conversione spirituale. Per questo ho deciso di indire un Giubileo straordinario che abbia al suo centro la misericordia di Dio. Sarà un Anno Santo della Misericordia. Lo vogliamo vivere alla luce della parola del Signore: ‘Siate misericordiosi come il Padre’. Indubbiamente si tratta del più nobile degli appuntamenti spirituali, in cui tutto il mondo cattolico benevolmente non si potrà sottrarre, sempre più proiettato verso un cammino compiutamente di fede e pace.

 

Lascia un commento