FATTURAZIONE ELETTRONICA NELLA P.A.: IL COMUNE DI BARI VINCE IL PREMIO DELL’OSSERVATORIO DIGITAL INNOVATION

 

– A cura di Magda Lacasella

Il Comune di Bari si è candidato al premio Fatturazione Elettronica nella P.A. e il suo progetto per la realizzazione dell’applicativo FattPA@BARI  ha vinto il premio per la categoria Comuni medio grandi.

Il premio ha lo scopo di identificare le migliori esperienze e sensibilizzare la Pubblica Amministrazione sui temi della digitalizzazione dei processi.

L’iniziativa è promossa dall’Osservatorio Digital Innovation e intende sostenere le P.A. che hanno attivato progetti di fatturazione elettronica con un approccio orientato a favorire le dinamiche di innovazione.

Le candidature sono state valutate da una commissione di esperti composta da docenti universitari e ricercatori.

La cerimonia di premiazione è avvenuta oggi, presso il Campus Bovisa del Politecnico di Milano, a margine del convegno nazionale di presentazione dei risultati della Ricerca 2014-2015 dell’Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione.

 

Ma vediamo nel dettaglio cosa migliora rispetto al passato con il nuovo applicativo Fatturazione elettronica del Comune di Bari FattPA@BARI che è stato implementato su base open-source.

Si tratta di una piattaforma web accessibile esclusivamente attraverso la intranet comunale, perfettamente integrata con alcuni dei sistemi informativi settoriali già in dotazione al Comune (sistema di gestione protocollo, gestione atti amministrativi, contabilità integrata).

Con  la nuova procedura di gestione elettronica delle fatture, che snellisce e semplifica la vecchia gestione cartacea, il complesso processo che coinvolge tutti gli uffici comunali è stato diviso in due fasi, ricezione&smistamento e riconciliazione&contabilizzazione.

La fattura, ricevuta direttamente dal Ministero dell’Economia e Finanza, viene automaticamente protocollata e smistata ai liquidatori o ai responsabili della fatturazione, che verificano i documenti accedendo all’applicativo FattPA@BARI.

Queste operazioni in precedenza coinvolgevano una o più persone che procedevano manualmente alla protocollazione e allo smistamento dei documenti contabili, mentre adesso queste attività avvengono utilizzando il Codice Univoco Ufficio (CUU) che individua la ripartizione/settore a cui fa riferimento la fattura.

Oggi, tramite la piattaforma FattPA@BARI, è possibile effettuare anche una serie di operazioni funzionali alla gestione e al monitoraggio dello stato di lavorazione di ogni singola fattura.

In particolare sono totalmente informatizzati la gestione delle fatture “in arrivo” e  di quelle “prese in carico” dagli operatori, il monitoraggio e l’archiviazione dei documenti.

Anche la procedura di liquidazione è stata reingegnerizzata, passando dall’inserimento manuale dei dati della fattura cartacea all’importazione delle informazioni destinate alla Ragioneria, anche di quelle per la verifica sugli interessi moratori eventualmente maturati.

È  stato introdotto il mandato informatico che elimina l’attività manuale di trasmissione delle distinte dei mandati, di controllo e di inserimento nei sistemi informativi bancari, riducendo a meno di 24 ore i tempi di incasso da parte dei creditori. Il tutto nel rispetto della normativa vigente.

 

Grande soddisfazione è stata espressa dall’assessore all’Organizzazione e Innovazione Angelo Tomasicchio, che questa mattina ha ritirato il premio.

“Avere vinto questo premio costituisce un motivo di grande soddisfazione perché la complessa gestione delle fatture elettroniche è un altro tassello della digitalizzazione dei processi amministrativi che al Comune di Bari stiamo portando avanti da tempo” ha dichiarato l’assessore, che ha espresso apprezzamento per il lavoro svolto da tutto il personale, in particolare dalle ripartizioni Innovazione, Segreteria Generale e Ragioneria che hanno lavorato in stretta collaborazione per la realizzazione del progetto

Lascia un commento