ADELFIA. PERSEGUITAVA LA MOGLIE CONTROLLANDOLA CON MICROSPIE INSTALLATE IN CASA. STALKER ARRESTATO DAI CC

Vito Ruccia

I Carabinieri della Stazione Carabinieri di Adelfia hanno arrestato, in esecuzione di un’’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Bari, un 46enne incensurato del luogo.

Lo stesso, tra il novembre scorso e il marzo di quest’’anno, in seguito alla mai accettata separazione coniugale, si è reso colpevole, nei confronti dell’ex moglie, una 38enne del luogo, di una serie reiterata di condotte illecite che hanno generato nella vittima stati di ansia e paura per la propria incolumità, costringendola addirittura a cambiare abitudini e stile di vita.

L’’uomo, infatti, le aveva reso la vita impossibile, tempestandola di telefonate e di messaggi su whats app, appostandosi vicino casa, pedinandola ed aggredendola sul posto di lavoro; introducendosi nell’’ abitazione, in assenza della donna, per danneggiarle vestiti ed ostruirne la serratura della porta d’’ingresso; controllandone i movimenti, a tal punto da installare nella camera da pranzo e in cucina, ad insaputa della vittima, due microspie dotate di sim a lui intestate.

Tratto in arresto per atti persecutori ed interferenze illecite nella vita privata, l’’uomo, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, è stato sottoposto agli arresti domiciliari

 

Lascia un commento