Il futuro del territorio jonico tra tradizione e innovazione.

Redazionale

Venerdì alle 9.30 un incontro organizzato dalla Filctem Cgil di Taranto.

Il futuro del territorio jonico tra innovazione e tradizione, con particolare attenzione all’impronta ambientale che le aziende e il lavoro lascia sul territorio, tra manifattura e industria pesante, tra energia e servizi. La Filctem Cgil di Taranto non rimane ferma a guardare la crisi che si mangia boccone dopo boccone pezzi storici e fondamentali dell’economia della Provincia di Taranto, a partire dal manifatturiero, e sceglie di provare a lanciare delle proposte organizzando per venerdì 8 maggio, alle 9.30, un incontro con il segretario nazionale Emilio Miceli, a cui parteciperanno Luigi D’Isabella, coordinatore Filctem Cgil Puglia, Giuseppe Massafra, segretario generale Cgil Taranto e Giordano Fumarola, segretario generale della Filctem di Taranto.

Il tema sarà il futuro, il territorio che riesce ad uscire dalla crisi puntando su quanto di sano è stato costruito, realizzato, valorizzando l’esperienza, ma cercando strade nuove, sostenibili, che possano rappresentare la base di partenza per un nuovo sviluppo tarantino. Un ragionamento che vale per tutto l’apparato industriale di Taranto e provincia.

Lascia un commento