LA NUOVA LEGGE ELETTORALE

Tonino Saponaro

Leggo sul facebook  molti dissensi sull’approvazione dell’Italicum , la nuova Legge elettorale definitivamente approvata ieri pomeriggio alla Camera dei deputati

Non so se i dissenzienti rappresentano la minoranza ostativa del PD  o dell’opposizione in senso più lato  o per  presa posizione pregiudiziale.

Io seguo da troppi lustri anche la storia delle varianti elettorali che si sono susseguite con i nomi più colorati del nostro vocabolario . Le prime norme sembravano più attinenti alle esigenze della partecipazione  con grandi circoscrizioni e con l’elezione dei candidati .

Le province più piccole erano penalizzate , io che sono pugliese , ricordo che la provincia di Brindisi stentava ad avere rappresentati alle Camere , mentre Lecce e Taranto eleggevano il maggior numero dei rappresentanti della Circoscrizione .

Poi si è passati ai collegi  con nuove forme di elezioni sino al “ porcellum “ e Mattarellum , negando ai cittadini il diritto di scelta dei candidati ( eslusivo solo per i capi partito ) concedendo solo la scelta della forza politica  che formulava la lista degli aspiranti  solo in base alla sudditanza e all’obbedienza  degli aspiranti .

Oggi con l’Italicum  torna  il voto popolare e il premio di maggioranza  al fine di avere stabilità politica . Sarà una buona Legge ?  Bisogna  metterla alla prova .

Stracciarsi le vesti per quelle precedenti mi sembra  una inutile difesa  di quella  ( ultima )  che tutti abbiamo condannato in nome della Democrazia .-

Lascia un commento