CON IL “LIBRO POSSIBILE-EPISODI 2015”: ENTRIAMO NELLE GROTTE DI CASTELLANA PER UN ANTICIPO DELLE MANIFESTAZIONI CULTURAL-ESTIVE

 

 ROMOLO RICAPITO
 
27 Aprile 2015– Conferenza  molto animata  presso la Sala Stampa degli Uffici della Regione Puglia per il lancio della seconda edizione  di “Episodi“, facente parte del marchio ” Il Libro Possibile“, che oltre alla consueta rassegna di luglio ha iniziato a organizzare da qualche tempo iniziative culturali sparse durante un arco temporale comprendente l’intero anno solare.

La rassegna in questione, alla seconda edizione, vede il Libro Possibile “abbinato” alle Grotte di Castellana (Meraviglia di Puglia) con l’Alto Patrocinio della Regione Puglia e l’Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo.
La direttrice artistica del festival, Rosella Santoro, ringraziando della presenza testate e cameramen, ha abbandonato i convenevoli di rito per illustrare al meglio le nuove iniziative,, introducendo  l’assessore Silvia Godelli, la quale ha parlato appunto di “Eventi” come di un “segmento circoscritto di un percorso più ampio     (quella della primavera-estate 2015) che coniuga la Cultura con l’Attività dell’Uomo”.
L’antefatto (o spin off) del Libro Possibile di luglio avviene in altra realtà turistica dalla rinomata Polignano a Mare, l’altrettanto affascinante Castellana Grotte. Saranno ospitati tre personaggi della cultura nazionale e internazionale  .
In questo contesto il turismo regionale intercetta realtà specifiche con spiccata rilevanza turistica. Un nome tra tutti, quello di   Shirin Ebadi, che concluderà la Rassegna, premio Nobel per la Pace e simbolo della pacificazione in realtà diverse del globo.
Il tema dei “migranti” secondo Godelli non è accidentale, ma parte integrante della realtà contemporanea.
Per quanto riguarda gli altri due nomi, Umberto Galimberti e Massimo Cacciari, si è parlato di “personalità poliedriche” che rivestono il ruolo di giornalisti e  filosofi.
Rosella Santoro ha ribadito la stretta partnership del marchio “Il Libro Possibile”  con le Grotte di Castellana, eccellenza della Puglia e del mondo.
Il presidente delle Grotte di Castellana, Domenico Ciliberti,   presente all ‘incontro, ha parlato  della novità “Grotte= location” come di un  raffinato oltre che inedito  contenitore di eventi culturali.
Si è ricordata la presenza di Vinicio Capossela  nella  scorsa edizione, che ha portato molta fortuna al cantautore: egli è tra i nomi in lizza per il prossimo premio Strega col romanzo il Paese dei Coppoloni.
L’altro prestigioso ospite fu Stefano Benni.
Turismo e cultura costituiscono un binomio vincente e noi operiamo in tal  senso” hanno aggiunto gli organizzatori, tra i quali Gianluca Loliva.
“Questo-hanno continuato- si attua sperimentando l'”impatto emotivo” registrato l’anno  scorso attraverso  un dialogo speciale su temi cruciali della nostra contemporaneità.”
Grazie al luogo “magico” (le grotte) l”ultima edizione si è contraddistinta con  atmosfere  fatate, favorite da un temporale, che più che pioggia nel pineto fu un’inondazione “benefica”, percepita nei sotterranei “naturali” di Castellana come una “benedizione” dal cielo.
In questo esclusivo e inimitabile, oltre che straordinario,  contesto, si è attuata un’ attenzione  “diretta” che ha favorito la concentrazione e la partecipazione da parte del pubblico, non costituito soltanto da “studiosi”, ma da tanta gente comune.
Gli incontri sono tutti a Ingresso Gratuito.
Quest’anno è in  ballo un programma ancora più “filosofico” e di grande attualità per rinnovare  la riflessione sulle sfide della globalità nell’attuale momento storico.
Ecco dunque in breve gli appuntamenti:
Il 9 maggio 2015 UMBERTO GALIMBERTI con “L’Uomo nell’età tecnica“.
Il 4 giugno a seguire  MASSIMO CACCIARI con “Sfide Globali e Politica Italiana“.
Per concludere, come già anticipato, una donna, SHIRIN EBADI, con “Il Ruolo delle Donne nella Costruzione della Pace”.
La Ebadi è la prima donna musulmana  a vincere il Nobel e vive attualmente a Londra.
Costei sostiene l’importanza delle donne nelle mediazioni utili a risolvere  i conflitti.
Rimarcata ancora dalla Santoro  una frase di Capossela, “nelle grotte al riparo della dittatura dall’attualità“.
L’organizzatrice ha sottolineato l’acume di questo pensiero: un ritorno nelle “caverne” in un proficuo isolamento per dimenticare soltanto un attimo i bisogni primari per dedicarsi invece alla riflessione e alla concentrazione su temi alti che liberano lo spirito, in una rinascita concettuale che rende  più felici e più liberi.
Il sindaco di Polignano a Mare, rag.Domenico Vitto, ha parlato della cultura che unisce, a differenza della politica, costituendo un traino per venire  fuori dall’impasse economico.
“Hanno visto in tutto il mondo la soap opera Beautiful nelle puntate ambientate a Polignano a Mare” ha declamato, entusiasta, il Primo Cittadino.
Qualcuno nei “piani alti” ha “storto il naso”  sentendo nominare Beautiful, ma alla fine ha assentito, nell’accezione che il nazional popolare aiuta comunque la diffusione della cultura e dei luoghi .
Nichi Vendola,  Presidente della  Regione Puglia uscente, intervenuto alla  fine, ha parlato del Libro Possibile degli ultimi anni come di un’occasione per risolvere il problema della promozione delle piccole case editrici, in un momento di particolare difficoltà del settore.

Lascia un commento